Viaggi nel Regno Unito: dalla quarantena al plf, cosa sapere

 Viaggi nel Regno Unito: dalla quarantena al plf, cosa sapere


1 / 4

Novità per i turisti in viaggio verso il Regno Unito: quarantena in ingresso abolita per tutti i vaccinati. Il provvedimento, annunciato dal Governo Britannico il 28 luglio scorso, riguarda i passeggeri provenienti dagli Stati inseriti nella lista gialla, che hanno completato il ciclo vaccinale in Europa e negli USA. Ricordiamo infatti che in UK i viaggi internazionali sono ripresi seguendo un sistema a semaforo, che classifica le varie destinazioni del mondo in tre colori – verde, giallo o rosso – a seconda del rischio sanitario (gli elenchi aggiornati e rivisti ogni tre settimane si trovano qui).

Ma come si viaggia senza vaccino nel Regno Unito? È ancora obbligatorio il tampone all’ingresso? E quali sono le regole da rispettare una volta rientrati in Italia? Chiariamo i dubbi, punto per punto.

Leggi anche: Ingresso nel Regno Unito: dall’1 ottobre serve il passaporto

Regno Unito: quarantena abolita per i vaccinati, ma rimane l’obbligo di tampone

Dal 2 agosto 2021, i passeggeri che, almeno 14 giorni prima, hanno completato il ciclo vaccinale nell’UE, con i vaccini autorizzati dall’EMA, o negli USA, con i vaccini autorizzati dalla Food and Drug Administration, o nel programma di vaccinazione svizzero, potranno entrare nel Regno Unito senza sottoporsi a quarantena e a un test Covid-19 nell’ottavo giorno dall’arrivo. Sarà necessario quindi mostrare il Green Pass europeo o un certificato vaccinale.

Il provvedimento interessa coloro che provengono dai Paesi in fascia gialla (tra cui figura l’Italia) e verde. Restrizioni particolari sono imposte a chi arriva dalla Francia.

È comunque obbligatorio sottoporsi a un test Covid-19 tre giorni prima della partenza. Il certificato che riporta l’esito negativo del tampone deve essere scritto in inglese, spagnolo o francese e deve mostrare i dati personali come riportati sul passaporto.

Una volta arrivati nel Regno Unito, bisogna ripetere un test PCR entro e non oltre il secondo giorno dall’arrivo: il consiglio è prenotare l’esame prima della vacanza, consultano questa lista ufficiale find-travel-test-provider.service.gov.uk

Anche il Regno Unito chiede a tutti i turisti di compilare un modulo di localizzazione, il Passenger Location Form, che si trova qui: sarà necessario registrarsi, indicare i dati del passaporto, i dettagli del viaggio, l’indirizzo in cui si soggiornerà nel Regno Unito.

Leggi anche: Nuova ordinanza sui viaggi all’estero: in quali Paesi extra Ue possono viaggiare gli italiani

Regno Unito, quarantena e tamponi: quali sono i requisiti per i non vaccinati

Niente cambia invece per i turisti non vaccinati provenienti dai Paesi nella lista gialla che devono fare un test Covid-19 nei 3 giorni prima del viaggio in UK; prenotare e pagare i test Covid-19 da sostenere dopo l’arrivo; compilare il modulo di localizzazione passeggeri. All’arrivo nel Regno Unito, invece, è obbligatorio rispettare un periodo di quarantena di 10 giorni e sottoporsi al test Covid-19 prima del secondo giorno e dopo l’ottavo.

Leggi anche: Positivi in vacanza, cosa fare? Suggerimenti e info utili da conoscere

A cosa prestare attenzione

La situazione può mutare in fretta e, anche se nel Regno Unito i contagi paiono in leggero calo, nel resto d’Europa la variante Delta è responsabile di un aumento di casi positivi. Per questo, le liste degli Stati potrebbero essere cambiate in futuro: meglio controllare prima di prenotare.

Inoltre, bisogna sapere che le procedure che i visitatori devono seguire per entrare in Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord variano a seconda di dove si è stati nei 10 giorni precedenti l’arrivo e della loro destinazione. Meglio visitare i seguenti link per le ultime linee guida per ogni nazione: Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda del Nord.

Per info e aggiornamenti, si possono consultare anche i seguenti siti: la guida dell’ente del turismo per viaggiare in tempo di Covid in Gran Bretagna e Irlanda del Nord, visitbritain.com/it/it/informazioni-sul-virus-covid-19-e-i-viaggi-nel-regno-unito; il sito per prenotare i test richiesti dalle autorità britanniche, quarantinehotelbookings.ctmportal.co.uk; il sito governativo con tutte le informazioni sulla situazione sanitaria, le aperture e le regole da rispettare prima e durante il viaggio, gov.uk/coronavirus; e la pagina dedicata al Regno Unito aggiornata dalla Farnesina, viaggiaresicuri.it/country/GBR

Quali documenti sono necessari per viaggiare nel Regno Unito

Dopo Brexit, i cittadini dell’Unione Europea che si recano nel Regno Unito per vacanze o brevi viaggi non hanno bisogno di visto, ma possono attraversare le frontiere utilizzando un passaporto valido.

Leggi anche: Modulo PLF: cos’è, chi lo chiede e perché è necessario anche al rientro in Italia

Rientro in Italia dal Regno Unito: dalla quarantena al Plf, le regole

Sebbene il Regno Unito abbia alleggerito le restrizioni nei confronti dei viaggiatori italiani vaccinati, lo stesso non vale per l’Italia che ha rinunciato alla reciprocità.

Quando si rientra nel nostro Paese dopo una vacanza Oltremanica, quindi, è necessario compilare il dPLF e presentarlo all’imbarco su mobile o in versione cartacea, insieme a un certificato che attesti il  risultato negativo di un test molecolare o antigenico, condotto con tampone, effettuato nelle  48 ore precedenti l’ingresso in Italia.

Segue l’obbligo di isolamento fiduciario di 5 giorni da passare presso l’indirizzo indicato nel dPLF, al termine del quale va effettuato un ulteriore test molecolare o antigenico.

Dove si può viaggiare per turismo e cosa fare al rientro

Nelle prossime schede, il contenuto della nuova ordinanza del ministero della Salute, valido fino al 30 agosto 2021, con le destinazioni in cui si può viaggiare per turismo. Ma anche i siti utili da consultare prima di mettersi in viaggio e i suggerimenti per prepararsi alle vacanze in sicurezza.

Continua a leggere…

Dove Viaggi ©RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link

Redazione

Related post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: