Vaccinati morti in Italia erano più vecchi e con patologie

 Vaccinati morti in Italia erano più vecchi e con patologie


Le ultime notizie in tempo reale sul Covid in Italia e nel mondo, gli aggiornamenti di oggi mercoledì 20 ottobre 2021 su vaccini e green pass. Nell’ultimo bollettino registrati 2.697 contagi. Brusaferro: “L’immunità di gregge non è obiettivo che ci possiamo porre con il SarsCov-2”. Draghi ringrazia gli italiani:“Sforzo straordinario sui vaccini”. Due nuove zone rosse in Calabria. Finora L’81,55% della popolazione over 12 ha completato il ciclo vaccinale mentre le terze dosi sono 700mila. Si torna a parlare di terza dose per tutti per evitare quanto sta accadendo nel Regno Unito dove i contagi restano altissimi e i morti sono oltre 200 al giorno: i sanitari Uk chiedono nuove restrizioni ma il governo dice no.

Nel mondo oltre 241milioni di contagi e 4,9milioni di morti. Allarme in Gran Bretagna. Sotto esame la variante discendente dalla mutazione Delta battezzata con la sigla AY.4.2 ma secondo gli esperti, al momento non sarebbe responsabile dell’aumento di casi di contagio in Gran Bretagna. In Russia nuovo record di morti covid con 1.015 vittime in un solo giorno. Impennata di casi in Bulgaria dove scatta l’obbligo di pass vaccinale.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Bassetti: “Spero che Salvini e Meloni cambino idea su vaccini e green pass”

Intervistato da Tagadà di La7 il prof. Matteo Bassetti ha commentato la scelta di Lega e Fratelli d’Italia si strizzare l’occhio, negli ultimi mesi, a no vax e no green pass: “Mi auguro che Salvini e Meloni cambino idea su vaccini e green pass. Credo che debbano cogliere il segnale arrivato dalle ultime elezioni”.

Salerno, muore di Covid donna di 38 anni: non era vaccinata

Una donna di 38 anni è morta a Cava dei  Tirreni per Covid: non era vaccinata, il virus l’ha uccisa in tre giorni. Originaria di Scafatti, la donna viveva nella frazione Passiano del comune metelliano, lascia un figlio piccolo con il quale viveva nella cittadina salernitana dove era tornata a vivere dopo un periodo passato a Latina.

Anche l’Austria introduce il green pass obbligatorio sul lavoro

Dopo l’Italia, anche l’Austria introduce l’obbligo del green pass sul posto di lavoro. La misura entrerà in vigore a partire dal 1° novembre: i dipendenti dovranno dimostrare di essere vaccinati, guariti o risultati negativi. Il requisito del certificato si applica laddove non si può escludere il contatto fisico con gli altri. Sia i dipendenti che i datori di lavoro sono responsabili del rispetto della regola 3G (dal tedesco geimpft, genesen, getestet: cioè vaccinato, guarito, testato). Allo stesso tempo viene allentata la regola della mascherina: ad eccezione delle case di cura, i dipendenti non dovranno più indossare il mezzo di protezione. I trasgressori incorreranno in una multa che può andare dai 500 ai 3.600 euro.

Boom di morti in Russia. Il racconto di un italiano a Fanpage.it: “Colpa dei no vax”

Giovanni Savino, docente di storia contemporanea di origine italiana, da ormai più di 10 anni residente a Mosca, racconta a Fanpage.it cosa sta succedendo in Russia per quanto riguarda l’emergenza Covid-19: “Il boom di contagi e morti è dovuto al fallimento della campagna vaccinale. Fino al 40% della popolazione è no vax: non solo chi è vicino alla Chiesa ortodossa e all’estrema destra, ma anche chi crede che Sputnik sia il vaccino di Putin e proprio per questo aspetta i sieri occidentali”.

Il Marocco sospende i voli verso Regno Unito, Germania e Olanda

Il Marocco sospenderà dalla mezzanotte di oggi i voli diretti con il Regno Unito per problemi di Covid-19. Lo rende noto la più grande compagnia aerea del Paese, Royal Air Maroc. Saranno sospesi anche i voli da e per la Germania e l’Olanda. I casi giornalieri di Covid nel Regno Unito sono stati superiori a 40.000 per sette giorni consecutivi, con 43.738 nuove infezioni segnalate martedì e il numero di pazienti ricoverati in ospedale aumentato del 10% in una settimana a 7.749 lunedì. I decessi per Covid, però, restano molto al di sotto del picco dello scorso inverno.

Puglia, 147 contagi Covid e due morti

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati registrati 147 casi di Covid su 22.606 test: 25 in provincia di Bari, 9 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 5 in quella di Brindisi, 16 in provincia di Foggia, 58 in provincia di Lecce, 33 in provincia di Taranto e un residente fuori regione. Sono stati registrati anche 2 decessi. Attualmente sono 2.018 le persone positive, 131 sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono stati 270.749 a fronte di 3.972.279 test eseguiti, 261.910 sono le persone guarite e 6.821 quelle decedute.

New York impone il vaccino obbligatorio ai dipendenti municipali

La città di New York impone l’obbligo di vaccino per tutti i dipendenti municipali, eliminando la possibilità di effettuare test per essere ammessi al posto di lavoro. Ad annunciarlo il sindaco Bill de Blasio, sottolineando che la nuova regola riguarda 160.500 lavoratori, di cui il 71% è in parte o completamente vaccinato. Chi deciderà di non vaccinarsi per il Covid entro il 29 ottobre rischia di perdere il posto di lavoro.

Abruzzo, 54 nuovi casi e due morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Abruzzo sono stati registrati 54 nuovi casi positivi al Covid, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 81.994. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 2.557. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 1.311 (+18 rispetto a ieri).

Focolaio covid, contagi in residenza anziani a Campobasso

Focolaio covid in una residenza per anziani a Campobasso, il sindaco ha disposto subito un cordone sanitario con isolamento cautelare all’interno della struttura, la Casa di riposo ‘Pistilli’, che riguarda tutti gli ospiti e operatori fino all’esito dei tamponi eseguiti dall’Azienda sanitaria regionale. Vige il divieto di accesso o di uscita da parte di chiunque ad eccezione di medici, operatori sanitari o altri incaricati alla prevenzione sanitaria e all’assistenza degli ospiti della struttura. Il provvedimento è stato preso in quanto “sussiste l’elevato rischio di aumento del contagio a mezzo dei frequentatori della Residenza per anziani” e, pertanto, “è necessario adottare misure finalizzate a ridurre e mitigare la propagazione epidemica da Covid-19”

Covid Puglia, oggi 147 nuovi contagi e due morti

Sono 147 i nuovi contagi covid inPuglia e due i morti nele ultime 24 ore, lo 0,65% dei 22.606 test processati nell’ultima giornata per accertare l’infezione da coronavirus. Dei 147 nuovi casi 58 rilevati in provincia di Lecce, altri 33 nuovi malati covid sono stati registrati nel tarantino, 25 in provincia di Bari, 16 nel foggiano, 9 nella Bat e cinque nel brindisino. Un caso riguarda un residente fuori regione. Gli attualmente positivi sono 2.018 di cui 131 ricoverati in area non critica covid (3 in più rispetto a ieri) e 17 in Terapia intensiva (2 in meno rispetto a ieri). Le vittime del virus sono due mentre i guariti salgono a 261.910: 228 in più rispetto a ieri.

Covid Veneto, oggi 455 contagi e tre morti

Balzo dei contagi covid in Veneto dove si registrano oggi 455 nuovi casi di coronavirus, uno dei rimbalzi più importanti nelle ultime settimane Lo riferisce il bollettino della Regione di oggi mercoledì 20 ottobre che dà conto anche di ulteriroi due decessi per covid. Cresce di poco il dato dei soggetti attualmente positivi, 8.868 (+51), mentre è in rialzo, per il secondo giorno, il numero dei ricoveri nei normali reparti medici, 202 (+9). Migliora invece la situazione nelle terapia intensive, dove sono 32 (-4) i posti letto occupati da pazienti Covid

In Slovacchia contagi giornalieri covid balzano a 3.480

Sono 3.480 i nuovi contagi da coronavirus in Slovacchia nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto l’agenzia di stampa “Tasr” sulla base dei dati del Centro nazionale di informazione sanitaria (Nczi). Una portavoce del ministero della Sanità ha dichiarato che oltre il 70 per cento dei test di esito positivo al virus hanno coinvolto persone non vaccinate. In ospedale sono attualmente ricoverate 1.40 persone affette da Covid-19 o sospettate di esserlo. L’80 per cento di questi pazienti non è pienamente vaccinato.

Covid Toscana, oggi 224 nuovi casi e 2 morti

Sono 224 i novi casi di positività al coronavirus oggi in Toscana menetre sono due i decessi registrati nelle ultime 24 ore. Sono i dati del bollettino covid di oggi mercoledì 20 ottobre diffusi dalla  Regione Toscana. Oggi sono stati eseguiti 8.447 tamponi molecolari e 20.214 tamponi antigenici rapidi, di questi lo 0,8% è risultato positivo. Sono invece 8.271 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 2,7% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 5.124, -1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 233 (2 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno). Si registrano 2 nuovi decessi: 2 uomini, con un’età media di 93 anni (1 a Pistoia e l’altro a Massa Carrara).

Vaccini covid, in Usa verso via libera a terza dose per over 40

Il governo degli Stati Uniti probabilmente raccomanderà presto una terza dose di vaccino anti-Covid alle persone con più di 40 anni che hanno ricevuto Moderna o Pfizer. Lo riportano fonti alla Cnn. Il mese scorso, la Food and Drug Administration, l’Agenzia per gli alimenti e i medicinali, ha autorizzato i richiami per le persone di età pari o superiore a 65 anni che hanno ricevuto la seconda iniezione del vaccino Pfizer almeno sei mesi fa.

Chi sono i morti per Covid in Italia dall’inizio della pandemia

Secondo il report periodico sui decessi dell’Istituto superiore di sanità (Iss), dall’inizio della sorveglianza al 5 ottobre in Italia su un totale di 130.468 vittime Covid , 1.601, pari all’1,2% del totale, erano under 50, 15 i bambini con meno di 10 anni che non ce l’hanno fatta. Le donne decedute sono di meno e più anziane degli uomini.

Poliziotti Usa rifiutano di dire se vaccinati covid, stop allo stipendio

Le autorità di Chicago hanno sospeso lo stipendio a 21 poliziotti della città che si rifiutano di fornire il loro status vaccinale contro il Covid, come previsto da un ordine del Comune: lo ha reso noto il capo della polizia, David Brown. “Questo virus non è diverso dai colpi di arma da fuoco che prendiamo come agenti”, ha detto Brown, sottolineando che “sarebbe contro il nostro giuramento portare questo virus nelle case” dei residenti. Il sindaco di Chicago, Lori Lightfoot, ha accusato il sindacato della polizia e il suo presidente di fare disinformazione sull’obbligo di segnalazione dello status vaccinale, che prevede un margine di tempo in cui gli agenti posso sottoporsi a test anti Covid a spese proprie fino alla somministrazione dei vaccini.

Iss, tra vittime covid in Italia 15 avevano meno di 10 anni: l’età media è di 80 anni 

Tra le vittime covid in Italia 1600 erano under 50 e 15 avevano meno di 10 anni. L’età media dei pazienti positivi a Sars-CoV-2 e deceduti in Italia è 80 anni (mediana 82, range 0-109). Su un totale di 130.468 vittime registrate nel Paese fino al 5 ottobre, 1.601 (l’1,2% del totale) erano under 50, secondo quanto emerge dal report periodico sui decessi dell’Istituto superiore di sanità (Iss) pubblicato oggi. In particolare, 399 di questi avevano meno di 40 anni (245 uomini e 154 donne con età compresa tra 0 e 39 anni), mentre risultano essere 15 i bambini con meno di 10 anni (0-9) che non ce l’hanno fatta; 20 sono i decessi nella fascia 10-19 anni, 76 quelli fra i 20-29enni. Il report descrive le caratteristiche di 130.468 pazienti deceduti e positivi a Covid in Italia dall’inizio della sorveglianza al 5 ottobre 2021 riportati dalla Sorveglianza integrata Covid-19 coordinata dall’Iss.

Covid Basilicata, oggi 20 positivi su 645 tamponi analizzati

Sono 20 i nuovi casi covid in Basilicata registrati nelle ultime 24 ore su 645 tamponi molecolari esaminati.Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che sono state registrate anche le guarigioni di 33 persone residenti in Basilicata. Sempre ieri sono state effettuate 942 vaccinazioni. I lucani che hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-covid sono 430.298 (77,8 per cento), mentre quelli che hanno avuto anche la seconda sono 388.788 (70,3 per cento), 2.741 quelli con la terza dose.

Consiglio Stato: legittimo obbligo di vaccino covid per i sanitari 

È legittimo l’obbligo vaccinale per il personale sanitario. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato che con la sentenza n. 7045/2021 pubblicata oggi ha respinto l’istanza di alcuni medici, paramedici, farmacisti e parafarmacisti ed altri operatori sanitari della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, non ancora vaccinati, confermando l’obbligo vaccinale contro il virus Sars- CoV-2, cosi’ come previsto per il personale sanitario dall’art. 4 del d.l. n. 44 del 2021.

Covid Alto Adige, oggi 103 nuovi contagi

Sono 103 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in provincia di Bolzano, in deciso aumento rispetto ai 67 di ieri. Con poco più di mille tamponi molecolari analizzati, il tasso di positività in Alto Adige sale ora al 10.24%. Sono i numeri del bollettino covid di oggi mercoledì 20 ottobre che indicano anche un stabilità dei ricoveri che  7 persone in terapia intensiva.

Iss, vaccinati deceduti per covid hanno età media più alta di non vaccinati

I deceduti per Covid-19 che hanno completato il ciclo vaccinale hanno un’età media più alta (85,5 vs 78,3) rispetto ai non vaccinati, e anche il numero medio di patologie osservate è significativamente più alto in questo gruppo (5,0 vs 3,9 patologie pre-esistenti). Lo afferma un approfondimento contenuto nel report periodico sui decessi dell’Istituto superiore di sanità pubblicato oggi, basato sull’analisi di un campione di 671 cartelle cliniche relative a decessi avvenuti dal 01/02/2021 fino al 05/10/2021. “I risultati qui presentati – spiega Graziano Onder, direttore del Dipartimento di Malattie cardiovascolari, endocrino-metaboliche e invecchiamento dell’Iss – indicano chiaramente che le persone decedute dopo il completamento del ciclo vaccinale hanno un elevato livello di complessità clinica, significativamente superiore rispetto alle persone che non hanno potuto beneficiare dell’effetto del vaccino a causa di un contagio precoce o perché non hanno neanche iniziato il ciclo vaccinale.

Record di morti covid in Russia, 1.028 decessi in 24 ore: massimo da inizio epidemia

La Russia registra un nuovo record giornaliero di decessi legati al coronavirus. Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 1.028, dopo le 1.015 del giorno prima. A Mosca, epicentro della pandemia in Russia, sono morte 76 persone; e a San Pietroburgo, la seconda città del Paese, ci sono stati 62 decessi. Stando ai dati ufficiali del centro operativo nazionale anticoronavirus, nel corso delle ultime 24 ore nel Paese sono stati accertati 34.073 nuovi casi di Covid-19.

Farmacisti, tamponi oltre orario servizio e anche nei giorni di chiusura

Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, sentito il Ministero della Salute, ha chiesto alle Regioni di agevolare le farmacie affinché “possano continuare a effettuare i tamponi antigenici  rapidi oltre gli orari di servizio e nelle giornate di chiusura” e possano eseguire i tamponi “anche nei casi in cui i soggetti non si siano prenotati”. Lo rende noto la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), rilevando che il commissario ha accolto le proposte della  stessa Fofi. I farmacisti, afferma la Federazione, “sapranno sfruttare questa opportunità perrendere un servizio ancora più efficace ed efficiente”. La Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, si legge in una nota, “ringrazia il Commissario straordinario per l’emergenza COVID-19, Generale Francesco Figliuolo, per aver accolto la sua proposta di ampliare l’esecuzione dei tamponi rapidi nelle farmacie, al fine di rispondere all’obbligo della certificazione verde sui luoghi di lavoro .

Da oggi due nuove zone rosse covid in Calabria

In Calabria due nuove zone rosse covid.  Il presidente facente funzioni della Regione, Nino Spirlì, ha firmato un’ordinanza che riguarda i comuni di Scandale e Savelli, entrambi in provincia di Crotone. I provvedimenti e le zone rosse entrano in vigore nei due comuni dalle 22 del 20 ottobre e saranno validi per dieci giorni, fino a tutto il 30 ottobre. A rendere necessaria l’adozione dell’ordinanza sono stati i dati sull’incidenza del coronavirus nei territori interessati rilevati e comunicati dal dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Crotone. Nel comune di Scandale, secondo quanto evidenziato, “permane una situazione di criticità” in termini di diffusione del contagio da Covid 19 “con un numero di casi negli ultimi 7 giorni pari a22 e ulteriori 9 soggetti già risultati positivi al test antigenico rapido e con un’incidenza superiore ai valori di allerta in rapporto alla popolazione residente e un possibile focolaio in espansione in relazione al numero potenziale di contatti stretti”. Analoga situazione è stata riscontrata dalle autorità sanitarie provinciali nel comune di Savelli dove si palesa “un numero di casi attivi negli ultimi 14 giorni pari a 24 dei quali circa il 62% registrati negli ultimi 7 giorni”.

Green pass: lunghe code a Bolzano davanti alle farmacie per i tamponi

A Bolzano anche oggi si registrano lunghe code, soprattutto davanti alle farmacie ‘low cost’ per i test anti-Covid. Il mercoledì è infatti la seconda giornata clou della settimana perché scadono le 48 ore di validità dei test antigenici per poter accedere ai posti di lavoro. I controlli degli ispettori del lavoro per il momento non hanno comunque portato alla luce degli ‘obiettori’, anche se il numero di tamponi effettuati negli ultimi giorni è molto inferiore ai quasi 40 mila lavoratori non vaccinati in provincia di Bolzano.

Draghi ringrazia chi si è vaccinato contro il Covid: “Campagna procede più spedita che in Europa”

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha fatto il punto sull’andamento della campagna vaccinale in vista del Consiglio europeo di questa settimana. Intervenendo in Senato ha detto che l’Italia è più avanti della media europea: “Dobbiamo essere grati al nostro sistema sanitario, a partire da medici e infermieri”, ma il ringraziamento è andato anche a chi ha deciso di vaccinarsi solo “nelle scorse settimane, dopo aver superato le proprie esitazioni”.

Vaccino, von der Leyen: “Siamo unica regione che esporta”

“Al Consiglio europeo di domani dovremo fare un punto della situazione del Covid-19 perché abbiamo raggiunto il miliardo di dosi esportate dall’Ue. E’ eccezionale perché siamo l’unica regione nel mondo che ha continuato a esportare dosi di vaccino nel corso dei mesi difficili che abbiamo appena superato”. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento in plenaria al Parlamento europeo. “Siamo riusciti a mantenere la nostra promessa di esportare una dose su due”, ha aggiunto von der Leyen.

Draghi: “Epidemia covid sotto controllo per responsabilità dei cittadini, in Italia sforzo straordinario”

“In Italia sforzo straordinario contro il covid. La curva epidemiologica è sotto controllo grazie al senso di responsabilità dei cittadini. Questo ci permette di mantenere aperte le scuole, le attività economiche e i luoghi della nostra socialità”. Lo ha detto il premier Mario Draghi nel corso dell’informativa in Senato in vista del Consiglio europeo. “Dopo un’avvio stentato la campagna di vaccinazione europea ha raggiunto risultati molto soddisfacenti” e “in Italia la campagna procede più spedita della media Ue: a oggi l’86% sopra i12 anni almeno una dose e l’81% è completamente vaccinata” ha aggiunto Draghi. “Al Consiglio, discuteremo dell’approccio europeo per affrontare e superare eventuali future pandemie, dobbiamo investire nella scienza e nella ricerca, che ci hanno permesso di avere vaccini efficaci e sicuri in pochi mesi” ha proseguito il premier, sottolineando che “dobbiamo evitare il ripetersi dei pericolosi episodi di protezionismo sanitario a cui abbiamo assistito nei primi mesi della pandemia”

Sottosegretario Costa: “Platea terza dose del vaccino anti-Covid estesa entro fine anno”

“È ragionevole pensare che ci sarà un’estensione della terza dose. Sarà dunque diffusa” lo ha spiegato il sottosegretario di Stato alla Salute, Andrea Costa, intervistato a Sky Tg24, aggiungendo però che “la decisione sarà presa su basi scientifiche”. “È ragionevole pensare che entro la fine dell’anno, o l’inizio del prossimo, si procederà con allargamento platea di chi dovrà riceve terza dose” ha concluso. “Per quanto riguarda teatri, stadi e cinema per Costa “è ragionevole pensare che entro le fine dell’anno, proseguendo con la campagna vaccinale, si possa arrivare al 100% delle capienze”.

La Lettonia torna in lockdown covid: vaccinata solo la metà della popolazione

La Lettonia torna in lockdown covid. A partire da giovedì prossimo e fino al 15 novembre, nel Paese entreranno in vigore nuove restrizioni anti-Covid. “Non siamo riusciti a raggiungere una copertura vaccinale sufficiente. Per cui dobbiamo chiedervi di sospendere le vostre vite per alcune settimane per evitare lo scenario peggiore possibile”, ha spiegato alla popolazione il ministro della Salute, Daniels Pavuts

La commissione sul Covid inBrasile vuole incriminare Bolsonaro per crimini contro l’umanità

Nel mirino della Commissione d’inchiesta del Congresso brasiliano (CPI) la gestione della pandemia nel suo Paese che ha provocato oltre 600mila morti. Numerose le accuse nei confronti di Bolsonaro e collaboratori(anche i figli): illecito, epidemia con morti, uso irregolare di fondi pubblici, violazione delle misure sanitarie e istigazione alla criminalità, oltre a falso ideologico in atti d’ufficio e crimini contro l’umanità.

Covid Regno Unito, ospedali chiedono ritorno delle restrizioni ma il Governo fa finta di nulla

“È tempo che il governo metta in atto senza indugio il piano B della sua strategia anti covid, perché senza un’azione preventiva, rischiamo di inciampare nell’inverno più impegnativo mai registrato” avvertono i sanitari inglesi dopo l’impennata di contagi ma Londra ha fatto cadere nel vuoto l’appello dei medici affermando che non avere assolutamente alcun piano per ulteriori misure.

Non Green pass:  a Trieste, situazione tranquilla in piazza Unità

Tranquilla stamani la situazione di piazza Unità d’Italia a Trieste, dove si sono concentrate le iniziative dei manifestanti contro il Green pass dopo le tensioni dei giorni scorsi. Sono circa un centinaio le persone che hanno bivaccato nel grande spazio cittadino durante la notte, dopo che ieri sera era
stato dato vita a una sorta di ‘speaker’s corner’ con l’erezione di un palco non autorizzato. Verso l’una di notte il palco è stato smontato, e la situazione si è ulteriormente tranquillizzata. Anche al varco 4 del porto non si registrano assembramenti di persone, e l’attività economica prosegue regolarmente. (ANSA).

Impennata di casi in Bulgaria: scatta l’obbligo di pass vaccinale

Per fronteggiare il forte aumento di casi di Covid in Bulgaria, le autorità locali hanno disposto l’obbligo della certificazione verde per le attività negli ambienti al chiuso. Ad annunciare la misura, che sarà in vigore da giovedì, è stato il ministro ad interim della Salute Stoycho Katsarov. Il green pass sarà obbligatorio per entrare in ristoranti, sale per divertimenti, alberghi, cinema, teatri, concerti, gallerie, palestre e piscine.

Brusaferro: “Immunità di gregge non è obiettivo che ci possiamo porre con il SarsCov-2”

“L’immunità di gregge non è obiettivo che ci possiamo porre con il SarsCov-2. Gli obiettivi sono altri:  ridurre il piu’ possibile la circolazione del virus ed i contagi e contenere al minino ricoveri e morti. Questo implica avere una massiccia copertura vaccinale della popolazione e garantirne la durata nel tempo”. Lo afferma in un’intervista La Stampa Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss e portavoce del Cts, secondo cui è “meglio concentrarci sulla riduzione al minimo di contagi e ricoveri”. Secondo Brusaferro “gli studi e le esperienze in corso ci stanno consentendo di valutare l’andamento della protezione immunitaria nelle diverse fasce di popolazione, comprese quelle più giovani e senza patologie” e “in questa prospettiva la terza dose potrebbe essere raccomandata” ma “la cosa migliore sarebbe vaccinare tutti senza imposizioni ma facendo acquisire la consapevolezza che i vaccini sono sicuri ed efficaci. Grazie anche al Green Pass ultimamente sta aumentando il numero di italiani che si e’ fatto somministrare la prima dose, il che fa ben sperare. L’importante è raggiungere livelli di copertura elevati. Poi è chiaro che bisognerà fare la scelta migliore per il Paese, perché se da un lato c’è il diritto di scelta delle persone, dall’altro c’è il dovere di mettere in sicurezza la collettività e in particolare le persone piu’ fragili riducendo la circolazione del virus”, conclude il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.

Rilasciavano certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-Covid: 4 medici denunciati a Catania

Quattro medici sono stati denunciati a Catania perché rilasciavano certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-Covid senza essere autorizzati. L’indagine è partita dalle verifiche condotte presso gli hub della provincia per accertare la corretta applicazione delle procedure finalizzate al rilascio
del Green pass. Solo i medici certificatori dei centri vaccinali, sulla base di specifiche condizioni cliniche documentate, possono esentare alla
vaccinazione i richiedenti, anche temporaneamente. I medici denunciati, invece, rilasciavano gli esoneri alla vaccinazione certificando che i loro pazienti potevano “essere ammessi in qualunque ambiente di vita e di lavoro, non presentando sintomi o segni di malattie infettive o contagiose in atto”.

Covid, Subvariante Delta AY4.2 rilevata anche in Israele

La subvariante della mutazione Delta del coronavirus, che sta mettendo in allarme il Regno Unito, è stata diagnosticata anche Israele: è stata trovata in un ragazzino 11enne, arrivato dalla Moldavia, intercettato  all’aeroporto e messo in isolamento. Lo hanno reso noto le autorità locali. Il governo britannico sta “monitorando da vicino” la subvariante Delta del Covid, AY4.2, sospettata di essere una concausa dell’impennata di contagi nel Regno Unito, arrivata nei giorni scorsi a lambire i 50 mila nuovi positivi in 24 ore . Un portavoce di Downing Street ha confermato che la situazione viene monitorata “da vicino” ma ha insistito che per ora “non ci sono prove si diffonda più facilmente”

In Italia 88 milioni di dosi somministrate e oltre 44 milioni di vaccinati completi

In Italia circa 88 milioni di dosi somministrate e oltre 44 milioni di vaccinati completi contro il covid-19. Secondo l’ultimo aggiornamento del report vaccini con i dati alle 6 di oggi mercoledì 20 ottobre , son esattamente 44.047.436 le persone completamente vaccinate pari all’81,55 % della popolazione over 12  mentre sono 700.623 le persone che hanno ricevuto anche la terza dose pari al 9,25 % della popolazione oggetto di dose aggiuntiva/richiamo

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 20 ottobre 2021

Nel bollettino di ieri in Italia sono stati diagnosticati 2.697 contagi ma con 662.000 tamponi effettuati che fanno crollare il tasso di positività che si attesta allo 0,4%. I morti per covid registrati nell’ultima giornata invece sono 70.  Il totale delle infezioni da coronavirus dall’inizio della pandemia sono ora 4.722.188 mentre i morti totali dall’inizio dell’emergenza Covid-19 in Italia sono 131.655. Gli attualmente positivi calano a quota 74.546 (-1.817). I guariti totali invece salgono a 4.515.987 (+4.442).Di seguito la tabella con le cifre del bollettino quotidiano e l’incremento dei casi Regione per Regione:

  • Lombardia: +412
  • Veneto: +294
  • Campania: +206
  • Emilia-Romagna: +161
  • Lazio: +326
  • Piemonte: +245
  • Sicilia: +264
  • Toscana: +150
  • Puglia: +127
  • Friuli-Venezia Giulia: +81
  • Marche: +63
  • Liguria: +66
  • Abruzzo: +46
  • Calabria: +110
  • P.A. Bolzano: +67
  • Sardegna: +12
  • Umbria: +46
  • P.A. Trento: +30
  • Basilicata: +15
  • Molise: +1
  • Valle d’Aosta: +7

Si torna a parlare di terza dose per tutti per evitare quanto sta accadendo nel Regno Unito dove i contagi restano altissimi e i morti sono oltre 200 al giorno. Finora l’81,55% della popolazione over 12 ha completato il ciclo vaccinale mentre le terze dosi sono 700mila. Proteste no green pass a Trieste continuano ma i i portuali di Trieste si dissociano. Intanto il Ministero Salute avvia la rete italiana contro il rischio pandemie.

Nel mondo oltre 241milioni di contagi e 4,9milioni di morti. Allarme in Gran Bretagna dove i contagi giornalieri covid restano sopra quota  43mila mentre i morti sono oltre duecento in 24 ore, i livelli più elevati da marzo. Sotto il livello di guardia, grazie ai vaccini il numero dei ricoveri, che sono intorno ai 7.700. Sotto esame la variante discendente dalla mutazione Delta battezzata con la sigla AY.4.2 ma secondo gli esperti, al momento no sarebbe responsabile dell’aumento di casi di contagio in Gran Bretagna





Source link

Redazione

Related post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: