Tokyo 2020: la migliore Olimpiade di sempre in una meravigliosa estate italiana

 Tokyo 2020: la migliore Olimpiade di sempre in una meravigliosa estate italiana


È l’Olimpiade del mai. Non arrivava mai, rimandata di un anno, e mai la si sarebbe immaginata così: non erano mai arrivate tante medaglie, mai ne avevamo vinta almeno una in ogni giorno di gara, mai aveva fatto così bene l’atletica regina dei giochi, mai avremmo immaginato che un italiano vincesse i 100 metri e che l’Italia vincesse la 4×100. Per questo Tokyo 2020 sarà ricordata come l’Olimpiade della leggenda.

La pietra di paragone sono da sempre i giochi di casa, Roma 1960. Allora furono 36 le medaglie. A Tokyo sono di più: 10 ori, 2 in più rispetto a Pechino, Londra e Rio, 10 argenti, 20 bronzi per un totale di 40. 40 in 19 discipline diverse, il record era 17 ad Atene 2004.Dalla bici al nuovo karate, dalla piscina al tiro con l’arco, dalla vela al taekwondo, Su tutto l’atletica, mai tanti ori: cinque di cui quattro mai ottenuti dall’Italia quello dei 100 metri, quello della 4×100, quello del salto in alto maschile e quello della 20 chilometri di marcia al femminile.

«È un’Italia multietnica e un’Italia super integrata. Abbiamo portato atleti in rappresentanza di tutte le regioni italiane a atleti nati in tutti e cinque i continenti», ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò. Gli Azzurri sono andati ben oltre le 30 medaglie che il Coni aveva ipotizzato come soglia psicologica. Sono andati oltre l’immaginabile in un’estate già resa memorabile dalla vittoria dell’Italia agli Europei di calcio. Per una volta è vittoria comune. Tantissimi degli atleti hanno citato la vittoria del pallone come sprone. Ce l’hanno fatta loro, ce la facciamo anche noi.

E come ce l’abbiamo fatta. La scherma miniera di medaglie sembrava aver tradito non portando l’oro, ma argenti e bronzi. Non ha portato medaglie il tiro, altro storico forziere. Nulla è giunto dalle squadre. Sono arrivate invece gioie da tantissime altre discipline, da atleti inattesi, da giovani, dalle staffette. Sono tutti segnali di un movimento sportivo vivo e certamente non monotematico. In Italia si fanno tanti sport e si coltivano campioni.

Atlanta 1996 resta l’Olimpiade italiana con il maggior numero di ori, ben 13, come Sydney 2000. L’ultima con tutte e tre le medaglie in doppia cifra era stata Atene 2004.Tokyo diventa quella con il maggior numero di medaglie di sempre. Difficile scegliere un volto solo.

È Marcell Jacobs a portare la bandiera nella cerimonia di chiusura, ma sono indimenticabili la gioia di Tamberi, le lacrime di Tortu, il sorriso di Lucilla Boari che parla con la fidanzata, la prima medaglia in una prova mista, Tita-Banti oro nella vela, il primo sigillo del pugilato femminile, le medaglie oltre la malattia di Gregorio Paltrinieri.

L’Italia è decima nel medagliere, con 10 ori come Olanda, Francia e Germania, che precedono gli azzurri dopo le grandi potenze solo perché hanno più argenti, ma meno medaglie in totale. Gli altri zitti e buoni, perché non si può dimenticare che il via a questi successi italiani lo hanno dato i Mäneskin all’Eurovision lo scorso maggio. Da lì in poi è stata sempre Italia vincente. Nella gallery in alto le immagini di tutte le medaglie azzurre a Tokyo 2020.

LEGGI ANCHE

Tokyo 2020: trionfo nella marcia di Antonella Palmisano

LEGGI ANCHE

Tokyo 2020: sorpresa d’oro, Massimo Stano nella 20 chilometri di marcia

LEGGI ANCHE

Jacobs e Tamberi, è l’Italia che si abbraccia

LEGGI ANCHE

Gregorio Paltrinieri e Gianmarco Tamberi, storia di un’amicizia speciale

LEGGI ANCHE

Tokyo 2020: Filippo Ganna è d’oro con la squadra dell’inseguimento su pista



Source link

Redazione

Related post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: