Le ore in Inglese – Come dire e leggere l’ora

 Le ore in Inglese – Come dire e leggere l’ora


Oltre alla grammatica dei periodi ipotetici, della cultura più alta, i tempi verbali e i phrasal verbs, esiste anche una grammatica di base, la prima da imparare per poter conversare sui dettagli più importanti della nostra giornata, come le ore in inglese. Saper comprendere e comunicare orari è infatti fondamentale, come nel caso di appuntamenti, indicazioni, orari di lavoro e molto, molto altro. In questo articolo cercheremo quindi di capire come dire l’ora in inglese.

Le ore in inglese – Differenza tra AM e PM

Nella definizione dell’orario in inglese è fondamentale la distinzione tra AM e PM, cioè tra le ore del mattino e quelle del pomeriggio.

AM indica le ore che vanno dalla mezzanotte al mezzogiorno.
PM ndica le ore dal mezzogiorno alla mezzanotte.

Cosa significa “a.m.”?

Il termine che associamo al mattino, a.m. , è un’abbreviazione della frase latina ante merīdiem che significa “prima di mezzogiorno”.

Cosa significa “p.m.”?

p.m.  è un’abbreviazione di post merīdiem, che significa, come avrai capito, “dopo mezzogiorno”.

Una nota tecnica: la forma più corretta per scriverli è utilizzare le lettere minuscole e i punti
(es. 3 p.m. e non 3 PM).

Leggere quindi 5 p.m. in orario inglese equivale alle nostro “17:00” (o al più semplice cinque del pomeriggio, se preferite). Quando leggete gli orari fate perciò attenzione a queste due piccole diciture. Un piccolo dettaglio ma fondamentale per comprendere come si leggono le ore in inglese.

Attenzione a una particolarità: 12 p.m. indica il mezzogiorno, mentre 12 a.m. la mezzanotte.

Esistono comunque dei termini per evitare eventuali malintesi, quali midday per mezzogiorno (in realtà poco utilizzato e sostituito dal più colloquiale noon) e midnight per mezzanotte.

Come si dicono le ore in inglese

Come si dicono le ore in inglese? Entriamo ora nel vivo del nostro argomento. Tolto infatti il concetto di a.m/p.m non esiste una grande difficoltà nel leggere gli orari posti in forma di numero: il classico orologio analogico non ha differenze con l’orologio italiano, e lo stessa dicasi per il formato digitale. Il problema, invece, è nel mondo del parlato, sia per pronunciare in maniera corretta l’orario sia per comprenderlo, e evitare scomodi disguidi.

In primis le ore esatte: semplicemente si aggiunge “o’clock” al numero. Le cinque diventano quindi “five o’clock”.

Dopodiché l’orologio viene diviso in due metà: una che va dall’ora esatta alla mezz’ora, e uno che va dalla mezz’ora alla successiva ora esatta.

Nella prima metà si usa il numero dei minuti, seguono da past e dall’ora. Per cui le cinque e cinque diventano “five past five”, le cinque e dieci “ten past five”, le cinque e un quarto “quarter past five”, fino alla mezz’ora che si pronuncia “half past five”. Letteralmente ciò che viene detto è “cinque passate dalle cinque”, “dieci passate dalle cinque” e così via.

Oltrepassata la mezz’ora, invece, cambia la prospettiva: si punta all’ora successiva. Venti minuti alle sei diventa “twenty to six”, un quarto d’ora alle sei diventa “quarter to six” e via di conseguenza.

Ciò non toglie che sia possibile anche utilizzare un sistema speculare a quello italiano, indicando semplicemente i numeri che compongono l’orario, con prima le ore e successivamente i minuti (senza dimenticare di indicare se si tratta della mattina o del pomeriggio, poiché dovrete comunque attenervi a un orologio da 12 ore e non da 24).

Ricordatevi comunque che l’orologio da 24 ore è utilizzato in alcuni ambiti, come ad esempio per i mezzi di trasporto. Non stupitevi quindi se troverete questa dicitura in aeroporti o autobus.

Numeri cardinali o numeri ordinali?

Come abbiamo visto, negli orari si utilizzano esclusivamente i numeri cardinali (uno, due, tre…) e non i numeri ordinali (primo, secondo, terzo…). Lo segnaliamo perché potrebbe crearsi confusione con, invece, la datazione, poiché i giorni del mese vengono invece indicati utilizzando i numeri cardinali.

Dare perciò un appuntamento a una persona alle cinque del pomeriggio del 7 ottobre porta la persona a utilizzare i numeri cardinali per indicare l’orario e i numeri ordinali per indicare il giorno del mese (7th October, in questo caso specifico). Parlare correttamente è il primo modo di fare una buona impressione!



Source link

Redazione

Related post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: