Dove andare in vacanza a Natale con il boom dei contagi e quarta ondata

 Dove andare in vacanza a Natale con il boom dei contagi e quarta ondata


Dove si potrà andare in vacanza a Natale con la quarta ondata di covid-19 e il boom di contagi che sta nuovamente interessando l’Europa nelle ultime settimane? Manca più di un mese all’inizio delle feste di Natale, quest’anno saranno almeno 10 milioni gli italiani che si sposteranno, complice anche la chiusura dello scorso anno che ha contributo alla voglia di viaggiare.

Vacanze in Italia per il Natale 2021?

Le ultime notizie sulla quarta ondata, però, tornano a creare timore in chi deve organizzare un viaggio tra Natale e Capodanno. Nelle ultime ore, il ministro Speranza ha sottolineato che anche per questo inverno sarebbe preferibile rimanere in Italia per le vacanze, considerando la situazione di incertezza che si è creata in alcuni paesi dell’Est Europa, Austria e Germania. Secondo il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca:

“Il mercato italiano tira molto, come si è visto nel ponte di Ognissanti quando su 10,5 milioni d’italiani che ne hanno approfittato per fare un viaggio il 90,5% di questi hanno scelto l’Italia. Per le ferie natalizie le prenotazioni per le località di montagna sono molto buone, in linea con quelle del 2019, quindi di prima della pandemia mentre le per città d’arte manca il turismo di lunga percorrenza”.

Anche secondo il presidente di Enit, Giorgio Palmucci la situazione per dicembre è buona e aumentano le prenotazioni per molti paesi, tra cui gli Usa, che hanno appena riaperto i confini, ma anche la Spagna con una prevalenza per il turismo domestico.

Dove andare in vacanza con la quarta ondata

Dove andare allora in vacanza con l’aumento dei contagi? Considerando che nelle prossime settimane si potrà capire meglio come si muoverà la pandemia in Europa, attualmente l’Italia resta sicuramente la destinazione più sicura per evitare ogni inconveniente, restrizione possibile o lockdown.

Vanno benino anche i paesi che fanno parte dei corridoi turistici, quindi Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana e Mar Rosso con Sharm El Sheikh e Marsa Alam, dove per entrare è necessario essere vaccinati e sottoporsi a 2 o 3 tamponi durante e prima la vacanza, oltre che alloggiare in hotel selezionati.

Discretamente bene vanno anche i paesi dell’elenco D, per cui chi è vaccinato può evitare la quarantena, quindi Usa, Emirati Arabi, il Regno Unito, Israele, Ucraina, Cile e Canada anche se il rialzo dei casi potrebbe bloccare le prenotazioni.
Guardando alle ultime mappe europee del contagio, la situazione peggiore ora riguarda paesi come Germania, Austria, Est Europa, Belgio e Olanda che sono tutte nella zona rossa e rosso scuro dell’Ecdc, così come Irlanda, Paesi Baltici e Paesi Scandinavi. Molto meglio la situazione in Francia, Spagna e Portogallo, che attualmente rimangono quindi i paesi più sicuri per organizzare un weekend o un viaggio a Natale. Ovviamente tutto potrebbe cambiare nelle prossime settimane, per cui considerando che anche per quelle vacanze natalizie si tenderà a prenotare a ridosso del periodo, sarà buona cosa monitorare il quadro dei vari paesi e poi decidere.

Vedi anche: Vacanze di Natale con il Green Pass: ecco le regole per viaggiare durante le feste



Source link

Redazione

Related post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: